11 492 firme per la petizione «Voto elettronico per tutti gli Svizzeri all’estero»

OSA Executive Board: Handover of the Online-Petition E-Voting

 

Oggi a Berna, l’Organizzazione degli Svizzeri all’estero (OSE) ha consegnato alla Cancelleria federale le oltre 11 492 firme raccolte online tra i nostri connazionali espatriati. La petizione chiede l’introduzione del voto elettronico per tutti gli Svizzeri all’estero entro il 2021. Questo canale è spesso l’unico modo che gli Svizzeri all’estero hanno per esercitare i loro diritti di voto, in quanto la maggior parte delle volte il materiale di voto viene recapitato in ritardo nella loro cassetta delle lettere.

 

Dopo aver ascoltato le voci critiche contro il voto elettronico, il Consiglio degli Svizzeri all’estero – riconosciuto dalla Confederazione come portavoce della «Quinta Svizzera» – ha deciso, nella riunione tenutasi il 10 agosto scorso, di lanciare una petizione online, www.evoting2021.ch, per chiedere al Consiglio federale e al Parlamento di rendere il voto elettronico accessibile a tutti gli Svizzeri all’estero entro il 2021.

 

Nell’arco di pochi mesi, e solo attraverso i mezzi di comunicazione a disposizione dell’OSE, la petizione ha raccolto 11 492 firme, ossia il 7 per cento degli Svizzeri all’estero iscritti in un registro elettorale. Il 4 marzo 2018 gli Svizzeri all’estero iscritti in un registro elettorale erano 172 100 (l’equivalente dell’elettorato del Cantone di Turgovia). Il risultato va ben oltre le cifre previste: l’OSE si era infatti prefissata l’obiettivo di raggiungere 10 000 firme. Questo successo è la chiara dimostrazione dell’importanza di questo canale di voto per i nostri connazionali all’estero.

 

Come i loro connazionali in patria, gli Svizzeri all’estero possono partecipare alle votazioni ed eleggere i loro rappresentanti sotto la cupola federale. Purtroppo, e molto spesso, ricevono i documenti troppo tardi per poter votare in tempo.

 

La petizione è stata presentata oggi alla Cancelleria federale dal presidente dell’OSE, Remo Gysin. Quest’ultimo ha ribadito che «solo l’introduzione del voto elettronico può garantire il rispetto dei diritti democratici dei nostri connazionali all’estero.»

 

 

OSA Executive Board: Handover of the Online-Petition E-Voting


 

ASO

 
 

Pubblicità

 
Switzerland TourismASNswissinfoSwiss Travel SystemGazzetta SvizzeraLe site de la BCGE et les publireportages ne sont pas destinés aux personnes physiques ou morales qui, en raison de leur nationalité, de leur lieu de résidence ou pour toute autre raison, relèvent de juridictions qui interdisent ou restreignent leur utiliPro Patria